Piazza Cavour

 

 

 

DOWNLOAD

GIORNALINO

 

 

LINK

 

Programma PD

 
 

AREA Pd Zona

Inserire la Password

Calendario Eventi

NewsLetter







Candidati PD Bareggio

 

GIORNI E ORARI DI APERTURA DEL CIRCOLO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

MARTEDÌ - GIOVEDÌ - DOMENICA

Dalle ore 10,00 ALLE ORE 12,00

PIAZZA CAVOUR N.6 BAREGGIO

www.pdbareggio.it
Domenica 26 marzo ore 14.00 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 20 Marzo 2017 19:29

Ti aspettiamo Domenica 26 marzo, alla Biblioteca comunale via Marietti 2 Bareggio, dalle ore 14.00 verranno presentate le mozioni dei candidati a segretario nazionale.

Ultimo aggiornamento Martedì 21 Marzo 2017 14:52
 
Festa di primavera 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 14 Marzo 2017 09:09

Domenica 19 marzo saremo alla fiera di primavera a San martino, andiamo avanti insieme.

Ultimo aggiornamento Martedì 21 Marzo 2017 14:52
 
Articolo triennale opere 2017-2019 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 19 Novembre 2016 15:22

Occorre purtroppo premettere che il trend degli  risorse disponibili in entrata per la realizzazione delle opere, dal 2011/12 ad oggi è passato da 1.9 milioni di euro a circa 700.000 euro, tuttavia considerato che il 2018 sarà l’ultimo dei 5 anni del nostro mandato amministrativo, le scelte che stanno alla base della programmazione triennale di questo piano delle opere pubbliche 2017-2019, assumono questa volta una caratteristica particolare, in quanto sono scelte coraggiose che hanno l’obiettivo di consegnare alla nostra comunità delle opere che definirei “pubbliche per eccellenza”, e  riguardano nel 2017 e 2018, rispettivamente il II lotto e III lotto di lavori per la riqualifica energetica della “grande” scuola Collodi di San Martino, e sempre nel 2018, il potenziamento viabilistico dal tratto di Statale 11 compreso tra Via Morandi e Via Torino per un valore previsionale di 220.000 €.

La scuola prima di tutto e quindi prima di qualsiasi altra opera, perché a partire dalla tenera età sino all’adolescenza, è l’ambiente più frequentato dalle nostre giovani generazioni,  ed è nostro dovere farli crescere all’interno  del miglior confort abitativo possibile, da considerarsi come elemento necessario per l’ottenimento di una migliore formazione culturale, educativa e di integrazione sociale.  La nostra priorità è misurata dalle risorse che abbiamo voluto stanziare e che sono praticamente più del 90% delle risorse finanziarie previsionali disponibili nel 2017.

Stiamo parlando di 650.000€ che sommati ai 450.000€ già stanziati nel 2016, fanno più di 1 milione di euro grazie al quale vogliamo riportare un edificio costruito nel 1978 e fortemente energivoro, ad un comfort più alto, riducendo l'impatto sull’ambiente oltre che ad ottenere un consistente risparmio economico. Nel corso del 2017, inizierà il primo lotto di lavori per sostituire le obsolete e altamente inquinanti caldaie a gasolio, che consumano mediamente circa 50.000 lt di gasolio, equivalenti a circa 45.000 € / annui, attraverso un nuovo sistema a forte prevalenza geotermica, (pompe di calore), supportato da una caldaia a condensazione di ultima generazione da utilizzarsi per la copertura del fabbisogno termico di picco. Questo per ottenere anche un consistente risparmio economico di quasi il 50 % , emettendo nell’aria quasi 70% di emissioni inquinanti in meno rispetto a ora. Seguirà sempre tra 2017 e 2018, il secondo lotto di lavori che dovrà occuparsi di risolvere tutte le problematiche inerenti alle caratteristiche termiche dello stabile a partire da dove si sviluppano le aule didattiche e la mensa. L’obiettivo sarà ottenere una riduzione del fabbisogno energetico dell'edificio attraverso il rifacimento del cosiddetto cappotto esterno e la sostituzione degli attuali e fatiscenti infissi in ferro con serramenti a taglio termico e vetrocamera isolante integrato con sistema a schermature solari.

Infine sul 2018 ci sono 225.000 euro per il terzo e ultimo lotto di lavoriche riguarderanno la distribuzione del calore, attraverso sistemi a bassa temperatura per l’ottimizzazione dei rendimenti delle pompe di calore e ricambio dell’aria viziata con ventilazione meccanica controllata. Concludo dicendo che mai come quest’anno il Piano Triennale delle opere si configura un documento avente spiccato carattere previsionale, suscettibili di modifiche e aggiornamenti, e soprattutto in considerazione del fatto che è nostra intenzione approvare il bilancio entro la fine di gennaio, è più che opportuno dire che rispetto gli anni scorsi avremo ancora più tempo utile per dar seguito a dinamismi amministrativi, che ci auguriamo saranno concessi anche attraverso la nuova manovra finanziaria, le cui variazioni ci permetteranno di liberare e variare risorse in modo tale da poter soddisfare la realizzazione anche di altri progetti quali : il rifacimento della piazza, tramite percorsi o piste preferenziali, la riqualifica della palestra Sadat e l’allocazione di risorse aggiuntive per una piano di manutenzioni straordinarie delle strade, anticipando il rifacimento o della via Cadorna, o della S.Stefano, ora considerate nel 2019.

 

 
La politica è una cosa seria PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 02 Novembre 2016 19:31

COMUNICATO STAMPA - PROPAGANDA IN AULA CONSILIARE A BAREGGIO

 

La Federazione del PD Milano metropolitana condanna con fermezza quanto accaduto nelle ultime due sedute consiliari

del Comune di Bareggio ed esprime solidarietà al Presidente del Consiglio, Antonio Di Conza, che si è

pronunciato ed ha agito con risolutezza per garantire il rispetto e la dignità che una sede istituzionale deve rappresentare.

“E’ assolutamente inaccettabile che qualcuno strumentalizzi le istituzioni per condurre personali battaglie politiche –

affermano Pietro Bussolati, segretario metropolitano del PD, e Paolo Razzano, responsabile del coordinamento e

portavoce della segreteria.

Nessuna limitazione alla libera manifestazione delle proprie posizioni e idee 

nel merito della campagna referendaria, ma si ricordi la necessità di preservare la terzietà di spazi

istituzionali che rappresentano la collettività e non possono prestarsi all’utilizzo da parte di chi, invece, agisce

nell’interesse di una parte.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Novembre 2016 19:43
 
Un contributo per la rimozione dell'amianto PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 09 Settembre 2016 07:10

 

 

Considerato che riguardo la questione amianto in scala nazionale si dovrebbe fare ancora tanto per mettere in condizione i Comuni di avviare veri e propri piani di risanamento a partire dagli edifici pubblici, ritengo in ogni caso molto utile per un’Amministrazione dar seguito a buone pratiche che abbiano il fine di promuovere una cultura ambientale rivolta a salvaguardare e garantire la tutela della salute pubblica.

Il primo passo in questa direzione è stato fatto in sede di approvazione di bilancio attraverso la costituzione di un fondo ad hoc per la rimozione e lo smaltimento di coperture in cemento-amianto dagli immobili residenziali e rurali di Bareggio, successivamente l'amministrazione Comunale ha stipulato a favore degli abitanti di Bareggio, anche convenzioni con ditte specializzate per in servizi di rimozione e smaltimento dell’amianto proveniente da utenze domestiche a prezzi vantaggiosi e a condizioni predefinite per 3 anni. In fine, durante il consiglio comunale del 31 agosto, la maggioranza politica ha approvato il regolamento che definisce i criteri per l’erogazione di contributi economici sino a un valore massimo di 1.500 euro.

In particolare, l’erogazione del contributo varierà secondo un valore che da un massimo del 100 %, passerà gradualmente sino al 50 %, a seconda delle fasce ISEE di appartenenza, opportunamente rimodulate.

Tuttavia il certificato ISEE non è vincolante al fine di ottenere un contributo, infatti verrà in ogni caso erogato anche a tutti i soggetti che non lo presenteranno, per il 50% sulla spesa complessiva.

I requisiti di base per la richiesta di contributo sono l’aver presentato all’ASL, entro i termini di legge, la comunicazione della presenza di manufatti in amianto (Modulo di Auto notifica Regionale NA/1) e che l’immobile sia regolarmente edificato.

Di regola il contributo può essere richiesto entro il 1° marzo di ogni anno, presentando apposita domanda all’Ufficio Protocollo del Comune o con Raccomandata A.R. o tramite PEC,prima dell’esecuzione dei lavori, nel corso degli stessi o al termine e comunque per opere eseguite dal 1° gennaio di ogni anno.Per eventuali domande pervenute oltre il termine del 1° marzo e comunque non oltre il 30 settembre può essere estesa la graduatoria qualora non si esaurisca il fondo stanziato per l’anno di riferimento.

Unicamente per l’anno 2016 le richieste di contributo dovranno essere presentate entro e non oltre il 30 ottobre.

Per il dettaglio dei criteri e delle modalità di erogazione dei contributi consultare il testo del Regolamento per l’erogazione di contributi per l’eliminazione delle coperture in cemento-amianto per edifici residenziali e relativi Modelli pubblicati sul sito del Comune di Bareggio e/o rivolgersi all’Ufficio Ambiente del Settore Territorio, Ambiente e SUAP.

 

 

Ass.re Ambiente e territorio

Ivan Andrucci

 

 
La riqualifica energetica della Scuola Collodi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 03 Giugno 2016 12:12

 

 

Sin dal 2009, la riqualifica della scuola elementare “Collodi” di San Martino è stata considerata all’interno dei programmi triennali delle opere che si sono succeduti, ma oggi penso che sia veramente giunta l’ora di dimostrare che dalla volontà politica si passi alla volontà realizzativa.

L'amministrazione a metà febbraio 2016, ha provveduto a richiedere alla Presidenza del Consiglio dei Ministri spazi finanziari per sostenere interventi di riqualificazione dell'edilizia scolastica per un importo complessivo di € 450.000.

Il 28 aprile, un giorno prima dell’approvazione del bilancio, sono stati individuati dal Governo gli Enti beneficiari e in seguito ci è stato comunicato che anche il nostro Comune era stato considerato nella graduatoria, concedendoci l'utilizzo di circa € 200.000. Soldi che non abbiamo esitato a utilizzare attraverso una variazione di bilancio e del piano triennale delle opere, per aumentare a 450.000€ lo stanziamento sul primo lotto di lavori della nostra Scuola.

 

L’opera prevista, propone la ristrutturazione con riqualificazione energetica attraverso interventi su più lotti che vanno nella direzione di ottenere un manufatto che produca quasi tutta l’energia di cui ha bisogno.

Il complesso progettuale vede l’opera suddividersi in 3 lotti:

1° Nuova produzione di energia termica;

 

2° Riduzione del fabbisogno energetico dell'edificio con l'aumento della coibentazione delle strutture opache e vetrate (sistema di isolamento a cappotto e nuove finestre);

 

3° Ottimizzazione della distribuzione di calore interno.

 

Riguardo al primo lotto, i lavori saranno eseguiti senza creare interferenze all’attività scolastica in corso e senza creare problemi di mancata alimentazione energetica alla scuola.

La scelta è di sostituire le obsolete caldaie a gasolio, attraverso un nuovo sistema termico il cui funzionamento sarà a prevalenza geotermica con pompa di calore, supportato da una caldaia a condensazione di ultima generazione, da utilizzarsi per la copertura del fabbisogno termico di picco, (come back up) .

Questa è la configurazione che in considerazione delle caratteristiche di un edificio datato (1978), si dimostra come la più efficiente e sicura, perché in questo modo è possibile sfruttare le potenzialità dei singoli sistemi, solamente nelle condizioni in cui offrono la massima efficienza.

 

In altri termini significherebbe avere un risparmio economico di circa il 50 % che tradotto in euro vorrebbe dire passare dagli attuali 45.000€ annui spesi per il consumo di 50 mila litri di gasolio, a circa 22.000€ , emettendo nell’aria circa il 70% di emissioni inquinanti in meno rispetto ad ora.

Operativamente parlando il progetto preliminare iniziale oltre che concentrarsi principalmente sul primo lotto, darà anche delle indicazioni di massima per dare una continuità progettuale in modo da armonizzare la realizzazione dei lotti successivi propedeutici al contenimento e la distribuzione del calore che consentiranno di riqualificare in modo completo tutta la struttura scolastica sotto il profilo energetico entro il 2018.

 

L'Ass.re Lavori Pubblici

Ivan Andrucci

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 03 Giugno 2016 12:21
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 24

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information